Suicidi mancati a Piacenza

Dopo cinque incontri a cadenza mensile, si è concluso domenica scorsa il mio stage di drammaturgia a Piacenza per l’Officina Teatro Manicomics, dedicato alla scrittura comica, a partire dall’analisi della magnifica, sulfurea farsa di Nikolaj Erdman, Il suicida. Scritta nel 1928 e subito censurata dal regime stalinista, la storia del fanhttp:\\/\\/renatogabrielli.itone Semjon e del suo suicidio mancato, ma “sponsorizzato” da una risma di cialtroni ciascuno dei quali vuole trasformarlo in sacrificio per la propria causa, risuona oggi lontana e familiare al tempo stesso. Mentre l’ampio gruppo del laboratorio di recitazione, guidato da Allegra Spernanzoni, si è cimentato direttamente con la scrittura di Erdman (la presentazione del suo lavoro è prevista il 20 giugno), una dozzina di valenti drammaturghi s’impegnavano a inventare nuove scene – come delle germinazioni a margine della trama principale, in cui spesso personaggi marginali nel Suicidio originale assumevano vita autonoma e pieno spessore. Un esperimento riuscito, che ci ha lasciato il desiderio di consolidare il gruppo di lavoro durante la prossima stagione teatrale, con l’obiettivo di una prima presentazione al pubblico dei materiali da noi prodotti.

    • Luca
    • May 24th, 2010

    Che dire di uno stage su “Il suicida”, al termine del quale sono tutti ancora vivi, vegeti e pretendono -in casi per fortuna isolati e degni d’approfondimento analistico- d’essere semmai “migliori”? E’ stata una disfatta? E’ stato un successo? Che dire degli sforzi drammaturgici di quella dozzina di sfrontati che, battendo sul tasto del conflitto, ha prodotto gli esiti che noi che partecipammo ben conosciamo? E cosa dire di quel “valenti” che ci attribuisci tu, Renato, del quale sarai chiamato a rispondere quando l’inesorabile giudizio universale si abbatterà su di te? Non è forse l’adulazione il primo tra i peccati che generano lussuria?
    Per quel che mi riguarda non tiro conclusioni; tuttavia una cosa la devo dire: quei Kalabuskin, quei Semjon, quelle Maria, Raisa, quei sordomuti, quegli zigani mi rimarranno impressi parecchio e con alcuni di loro, talvolta, ancora dialogo.
    Luca

  1. E io ribadisco il “valenti”, caro Luca. Se così genero lussuria, ne sono ben felice: di questi tempi più che vizio è merce rara. Un saluto e un grazie. R

    • corrado
    • May 25th, 2010

    ..davvero un grazie a Renato per il divertente e splendido seminario e ai manicomicomics per averlo organizzato
    a presto!
    il suicida corrado

    • niccolò sancrotti
    • May 25th, 2010

    Premetto che io mi scuso :1) dell’assenza di domenica e 2) del ritardo dei miei testi, perché non vorrei dare l’idea di non avere apprezzato questo lavoro. Non vedo l’ora di iniziare la seconda parte e di metterla poi, eventualmente, in scena. Un caldo saluto da me e dagli zigani
    niccolò

    • GRAZ
    • May 30th, 2010

    …NON MI PERDERO’ IN ATTI COMMEMEORATIVI.. CHE DIRE DI SEMJION SE NON CHE, RADUNANDOCI TUTTI ATTORNO A SE,CI HA OFFERTO LA POSSIBILITA’ SUCCOSA DI RAPPRESENTAR LE UMANE MISERIE FACENDOCI PENSARE PER UN ATTIMO CHE NON SIANO COSA ANCHE NOSTRA? SI RENATO, E’ COLPA TUA…CI TENGO A DIRLO E RENDO A TE E A TUTTI GLI IRONICI PARTECIPANTI……..
    UN GRAZIE DI CUORE…A PRESTO RIPARTIR CON ALTRI MERAVIGLIOSI DELIRI…NON ERANO SOLO I MIEI VERO?
    BACI GRAZ

    • gianluca
    • May 31st, 2010

    Che divertimento conoscere tutti i personaggi che navigano dentro le nostre menti. Grazie Renato, ce li hai fatti conoscere tutti……o manca qualcuno?

  2. Grazie a voi, Niccolò, Corrado, Graziella e Gianluca. Un abbraccio – e a presto, per proseguire il lavoro. Renato

    • Massimo
    • June 27th, 2010

    E poi…. che c’e’ dopo ? In fondo da qui al dopo c’e’ solo una sequenza di istanti, tanti ma definiti e finiti. Prendiamo per un’attimo in considerazione il dopo: il prima non c’e’ più, il dopo è adesso e l’adesso in fondo non esiste perchè quando ci pensi ecco che diventa il prima. Renato cosa hai fatto ? Prima ero normale scrivevo solo banali offerte commerciali e i numeri li davo solo in fondo assieme alle condizioni di pagamento.
    Ma il prima … non c’e’ più.

  1. No trackbacks yet.

porno porno izle porno film izle